Lorilandia
Home - Specie - Passeriformi - Bengalino Pettodorato

BENGALINO PETTODORATO

Bengalino pettodoratoNOME SCIENTIFICO: Amandava subflava

I Bengalino Pettodorato, come anche sono conosciuti, sono uccelli di piccole dimensioni di circa 10 cm, originari dell'Africa.
Molto socievoli con altre specie di analoghe dimensioni, ma fedeli difensori del loro territorio in tempo di allevamento.
A loro piacciono le voliere con piante, ma è anche possibile tenerli in coppia in gabbioni.
Sono molto sensibili al freddo, per cui d'inverno è opportuno tenerli in luoghi riscaldati se la temperatura scende troppo bassa.

DIFFERENZA DI SESSI

I maschi sono molto più brillanti rispetto alle femmine, soprattutto quando sono in amore. Inoltre, i maschi hanno una linea rossa sopra gli occhi e cantano, a differenza delle femmine.

ALLEVAMENTO

Costruiscono i loro nidi quasi ovunque. Preferiscono cassette nido, ma possono utilizzare anche un nido sferico per piccoli esotici o addirittura costruirne uno tra le piante, sempre che ci siano.
Depongono normalmente 4 uova, ma la covata varia tra 3 e 6. Vengono incubate da entrambi i genitori per 11 giorni, ma la maggior parte del tempo è la femmina che esegue questo compito.
E' molto importante che i piccoli siano alimentati nelle prime settimane con insetti vivi.
S'impiumano circa a 21 giorni dopo la nascita, ma i genitori continuano ad alimentarli ancora per 2 o 3 settimane, tempo in cui i piccoli dormono nel nido.
Dopo 3 mesi acquisiscono la colorazione adulta.

ALIMENTAZIONE

Mangiano miscuglio di semi per esotici. Amano i rametti di miglio, i semi germogliati e la pasta d'uovo. Anche gli insetti, che mangeranno più abbondantemente durante la stagione riproduttiva. È conveniente che abbiano ghiaia per aiutare la digestione.
Tradotto in italiano da Mauro Bertini
Lorilandia
© 2004-2016
Aviso legal - Contatto -