Lorilandia
Home - Specie - Psittaciformi - Roselle

ROSELLE

RosellaNOME SCIENTIFICO: Platycercus

Il genere dei Platycercus proviene dall'Australia. Al loro interno si distinguono diverse specie. Le più note sono:

Platycercus elegans: Rosella di Pennant
Platycercus eximius: Rosella comune
Platycercus icterotis: Rosella di Stanley
Platycercus flaveolus: Rosella gialla

Generalmente si riconoscono come Roselle i Platycercus eximius.

Questi uccelli misurano circa 30 cm. In Australia sono veramente abbondanti e vivono in branchi di decine di esemplari. In cattività hanno bisogno di spazio, per questo è più indicato per essi una voliera. Se si utilizza una gabbia c'è da lasciare che escano fuori per stirarsi le ali frequentemente.
Amano fare il bagno e fanno del momento del bagno uno dei più divertenti del giorno.

DIFFERENZA DI SESSI

I Platycercus eximius si differenziano molto difficilmente. Se abbiamo una coppia, nella maggior parte dei casi il maschio è più grande della femmina e ha il colore del piumaggio più brillante. Si può anche vedere che le femmine hanno frequentemente il bianco delle guance più spento, anche se è abbastanza facile fare errori, già che alcune femmine sembrano maschi.
E' più affidabile in questi casi la visita del veterinario.

ALLEVAMENTO

Questi uccelli sono abbastanza esigenti quando si tratta di accoppiarsi. Se non vanno mai d'accordo, non riprodurranno.
Normalmente iniziano a riprodursi dopo un anno e mezzo.
Hanno bisogno di una grande scatola nido (25x25x45 cm). La femmina depone 3-6 uova, a giorni alterni, e le incuba lei per circa 18 giorni. Alla nascita, i piccoli sono anche alimentati dalla femmina.
I piccoli s'impiumano circa a un mese, ma sono alimentati dai loro genitori per un paio di settimane ancora. Allora sono indipendenti.

ALIMENTAZIONE

Mangiano un miscuglio di semi simile a quello delle Calopsitte. Devono inoltre avere frutta, verdura e calcio. Occasionalmente preparato d'uovo.

Tradotto in italiano da Mauro Bertini
Lorilandia
© 2004-2016
Aviso legal - Contatto -